(Foto Mauro Donati)
(Foto Mauro Donati)

Stefano Salieri è stato sentito da Damiano Montanari per Stadio. Un estratto dell'intervista.

"Conosco bene Treviglio, alla penultima giornata della fase a orologio l'abbiamo sconfitta con l'Assigeco conquistando matematicamente l'accesso ai playoff. Il Gruppo Mascio è molto esperto, ha ottime individualità, tra le quali Miaschi e Guariglia che io lanciai proprio qui a Piacenza e che valgono come due americani, e Vitali che funge da ago della bilancia in regia. Dal canto suo, la Fortitudo ha una difesa che potrà orientare l'esito della serie, è più solida e continua dei lombardi e può contare su un fattore importante come il PalaDozza. Sarà molto interessante anche il confronto tra due allenatori di livello come Caja e Valli: Attilio saprà come chiudere il contropiede avversario, una delle armi più afflate di Treviglio, che soffre il ritmo, l'aggressività e la fisicità degli avversari.

Offensivamente la Fortitudo ha terminali chiarissimi, da Aradori a Ogden. Una chiave sarà arginare il playmaking di Vitali o creargli comunque pressione. Treviglio ha molti elementi in grado di segnare. L'Aquila dovrà cercare di avere il controllo dei rimbalzi e di offrire una buona prestazione collettiva in difesa"

"Nel bosco non solo mirtilli": in diretta su Twitch
BSL San Lazzaro, l'Under 15 femminile alle Finali Nazionali