Sono giorni di addii importanti, in casa Virtus. Ieri la società ha salutato Kyle Weems, che dopo quattro stagioni ha scritto una bellissima lettera ai tifosi bianconeri.
Da oggi è free agent anche Milos Teodosic: anch'egli lascerà Bologna e tornerà a Belgrado. Dalla Serbia infatti viene dato per fatto un accordo 1+1 con la Stella Rossa, club al quale Teodosic è legato da sempre e di cui è anche tifoso.
Nelle scorse settimane Teodosic aveva parlato anche di rinnovo con la Virtus. La società - visto il nuovo corso e qualche legittimo dubbio su condizioni fisiche del giocatore ed età - aveva però offerto decisamente meno rispetto al contratto scaduto ieri, e non è stata trovata l'intesa economica. E così il club del presidente Covic - che corteggia Teodosic da un paio d'anni e ha appena perso Vildoza e Campazzo - sembra esserlo riuscito a convincerlo.

Milos Teodosic è uno di quei giocatori che lasceranno il segno nella storia bianconera: probabilmente è il simbolo dell'era Zanetti, almeno fin qui. Grazie al suo acquisto - nell'estate 2019 - la Virtus è tornata "nel basket che conta". La sua presenza ha dato caratura internazionale alla Segafredo e ha convinto tanti campioni a firmare in bianconero. Inoltre, in quattro stagioni l'asso serbo - oltre a deliziare il pubblico della Segafredo Arena con giocate che a Bologna non si vedevano davvero da tanto tempo, e smazzare assist che rapidamente hanno fatto il giro del mondo sui social - ha contribuito in maniera decisiva alla vittoria di uno scudetto, un'Eurocup e due Supercoppe.

“Salotto Bianconero”: la nuova puntata su Facebook e Youtube
SEMI OJELEYE SALUTA LA VIRTUS