Il percorso della Virtus Bologna verso la finale LBA 2024

Per una squadra come la Virtus, quando si arriva secondi non si può mai parlare di ottima stagione. Nonostante ciò, va riconosciuto che il percorso della squadra di Banchi in questa stagione è stato quasi impeccabile. Oltre al primo posto alla fine della regular season, la squadra ha primeggiato in diverse statistiche. In questo articolo andremo a rivivere i punti chiave della stagione 23/24.

Breve storia della squadra Virtus Bologna

La squadra è stata fondata nel 1927, anno nel quale ha partecipato al suo primo campionato. Nonostante le V Nere abbiano ottenuto diversi risultati positivi nel loro primo decennio, dovranno aspettare fino al 1945 per il primo titolo nazionale. L’attesa fu ripagata da altri tre titoli consecutivi e l’inizio della rivalità con l’Olimpia Milano, allora dominatrice.

Dopo la vittoria di altri due titoli a metà anni ‘50, la squadra cadde in due decenni di risultati altalenanti. Seppur sempre al vertice, la Virtus non riuscirà a vincere niente fino alla Coppa Italia del 73/74 che aprì la strada ad altri 4 scudetti vinti nel decennio successivo. Ma sarà negli anni ‘90 che la squadra vivrà il suo momento migliore. Le V Nere vinsero 5 scudetti, 4 Coppe Italia e 2 EuroLeghe in 9 anni, trascinate dal grande Sasha Danilović.

Dopo aver ottenuto la Triple Crown nella stagione 2000/2001, i problemi finanziari iniziarono a farsi sentire. In meno di due anni, la squadra andò vicina al fallimento e venne esclusa dai campionati nazionali a causa di stipendi non pagati a diversi giocatori. Salvata dall’imprenditore Sabatini, le V Nere ritorneranno in Serie A ma senza mai ottenere risultati importanti. La vera rinascita è avvenuta negli ultimi sei anni, nei quali è arrivato il primo scudetto dopo 20 anni, oltre a una Champions League, una EuroCup e tre Supercoppe.

La stagione 2023-2024

Dopo esser ritornata stabilmente a posizioni di vertice, la Virtus Bologna è diventata una vera e propria forza nel campionato. Andiamo a rivivere i punti chiave della stagione LBA 23/24.

Nuovi acquisti e cessioni di giocatori

Il mercato della Virtus è stato segnato dalla partenza del leggendario Miloš Teodosić e di due ottimi giocatori: Nico Mannion e Semi Ojeleye. Gli innesti, invece, sono stati più di rafforzamento del roster attuale piuttosto che colpi sensazionali. Da notare comunque l’arrivo di Achille Polonara dopo l’esperienza a Kaunas, e dell’esperto centro Bryant Dunston.

Quali erano le quote di scommessa sulla Virtus Bologna in questa stagione?

Ad inizio stagione, tutti i migliori siti di scommesse convenivano sul fatto che la Virtus sarebbe arrivata a sfidare l’Olimpia (data per favorita). Come suggerito dai bookmakers su TestCasinos.org, le possibilità di vittoria finale della Virtus erano date tra il 4.25 e il 4.50. Quasi data per scontata quindi la partecipazione in finale con quote veramente bassissime ma comunque sfavorita rispetto a Milano che aveva quote intorno o inferiori al 2.

Andamento della Virtus Bologna durante la fase regolare

In stagione regolare, Bologna ha iniziato alla grande con sette vittorie consecutive tra cui il 78-73 contro l’Olimpia in Supercoppa. Il resto del campionato si è poi svolto stando sempre al vertice assieme all’Olimpia e alla sorpresa Brescia. La regular season si è conclusa al primo posto grazie alla miglior differenza canestri ottenuta nelle sfide contro Milano. Da segnalare inoltre vari primati nelle statistiche mediane a fine campionato:

  • Rimbalzi (37,72)
  • Assist (21,6)
  • Valutazione (105.5)
  • Rimbalzi offensivi (11.2)
  • Plus-minus (9.3)
  • % tiri da due punti (54.5%)
  • % totale tiri (48.9%)

Partite chiave e momenti decisivi

Le partite Bologna 2024 chiave sono sicuramente state quelle contro l’Olimpia Milano. La prima del 10 dicembre si è conclusa con un 82-80 per i milanesi al termine di un ultimo quarto tiratissimo nel quale la Virtus non è riuscita a capitalizzare il +4 iniziale. Nella gara di ritorno al PalaDozza però, non c’è stata storia e le V Nere hanno dominato la partita restando in testa dall’inizio alla fine.

Da segnalare anche le due ottime vittorie da oltre 100 punti contro Trento e Varese. Contro i trentini non c’è mai stata partita e dopo il 30-15 del primo quarto già si presagiva una gara scintillante. Le V non hanno mai tolto il piede dall'acceleratore e, dopo un vantaggio massimo di +55, il risultato si è assestato sul 108-61. Considerando che Trento è una delle migliori squadre degli ultimi campionati, è stata veramente una grande prova di forza. Al contrario, anche se lo stesso non si può dire di Varese, ben lontani dai loro momenti di gloria, il risultato di 115-84 rappresenta comunque il miglior score dei bolognesi in questa stagione.

I playoff

Se in regular season la Virtus non ha mai dato dubbi o segnali di calo, nei playoff LBA le cose sono andate un po’ diversamente. Vuoi per la stanchezza di fine stagione, vuoi per un eccesso di confidenza dato da un percorso comunque ottimo, la finale è arrivata molto più a fatica di quanto esperti e bookmakers avrebbero aspettato.

Quarti di finale: avversari incontrati e risultati ottenuti

I quarti di finale contro Tortona sono dove si sono viste le prime crepe nonostante un inizio che avrebbe fatto presagire una passeggiata contro la squadra classificatasi ottava in regular season. Nei primi due incontri, la Virtus ha vinto per 92-80 e per 83-77 non dando mai l’impressione di essere in difficoltà.

Nelle gare in Piemonte però la Derthona ha rimesso tutto in discussione con due vittorie per 91-81 e per 82-75. In entrambi i match, Bologna non è mai stata in vantaggio nemmeno per un istante ed è solo riuscita a raggiungere un pari punti in gara 4 prima di riscivolare fino a -16 nel giro di un quarto.

Nella decisiva gara 5 a Bologna, trascinata dal pubblico e uno Shengelia in stato di grazia (22 punti, 7 rimbalzi e 4 assist), la Virtus si è imposta con un 92-63 che non ha lasciato scampo ai piemontesi.

Semifinali

Nella semifinale contro Venezia le cose non sono andate molto meglio. Nelle prime due partite, la Virtus ha vinto in maniera rocambolesca. Dopo essere stata in vantaggio con punteggi ben confortevoli, +20 in gara 1 e +22 in gara 2, si è fatta recuperare fino a due finali da cardiopalma. Nella prima gara si è finiti ai supplementari nei quali però Venezia è scomparsa, risultato 103-89. Nella seconda la vittoria è arrivata a 4 secondi dal termine, con il risultato Virtus Bologna - Reyer Venezia 79-78.

Anche in gara 3 Bologna è partita benissimo e anche questa volta si è fatta recuperare. Venezia però ha approfittato della situazione riuscendo a vincere 78-73. Gara 4 invece è stata decisamente giocata con più maturità e, nonostante lo svantaggio al primo quarto, Bologna ha chiuso la faccenda con un 96-81.

I giocatori chiave della stagione 2023/24

La coppia di giocatori chiave in questa stagione è stata sicuramente Shengelia - Belinelli. Entrambi hanno contribuito con una media di quasi 14 punti a partita e mantenuto grande costanza lungo tutta la stagione. Vediamo di seguito le medie dei migliori 5 giocatori.

Nome

LBA Partite Giocate

Punti

Rimbalzi

Assist

Valutazione

Shengelia

39

13.8

5.2

3.1

17.3

Belinelli

45

13.6

1.5

2.2

11

Lundberg

31

10.8

2.7

2.6

12.1

Mickey

34

10.2

4.3

1.2

12

Cordinier

41

9.2

3.7

2.5

10.2

La finale LBA 2024

Per quanto visto nei playoff, la finale LBA sembrava cosa non facile per i bolognesi. In gara 1, si sono confermati gli stessi problemi delle partite precedenti. Ancora una volta la Virtus parte bene e si perde a metà strada. Il vantaggio di +11 del secondo quarto viene pian piano recuperato e la partita si trascina all'overtime dove Milano ha gioco facile: 86-75.

In gara 2 invece prova di forza delle V Nere con la partita quasi mai in discussione e punteggio finale di 72-64. Però, con la serie che si sposta a Milano, le cose si fanno più dure. Gara 3 è molto equilibrata ma la Virtus è costretta a inseguire tutta la partita. I 17 punti di Mickey non bastano a evitare la sconfitta per 81-78.

La partita finale Milano Bologna è invece a senso unico. Dopo il primo quarto conclusosi col +1 Virtus, il match rimane saldamente nelle mani dell’Olimpia che, dopo aver anche raggiunto un +21, si aggiudica partita e campionato con il finale di 85-73.

Riflessioni finali sul percorso della Virtus Bologna

In luce di quanto visto, il risultato della finale playoff Olimpia Milano-Virtus Bologna non sorprende. Le V Nere sembrano essersi pian piano sfaldate durante i playoff e aver perso quella sicurezza che invece le ha tenute nelle prime posizioni durante la regular season. Ad ogni modo, il secondo posto in LBA, la vittoria della Supercoppa e la rispettabilissima 9a posizione in Eurolega, pongono le basi per un’ottima stagione 24/25.

Il gruppo Facebook di Bolognabasket
Playground, comunicato del 4 luglio