VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA – BERTRAM DERTHONA 99-70 (29-17, 47-36; 72-54) 

Ottima vittoria per la Virtus, che pur con varie assenze si sbarazza di Tortona senza alcun problema, e resta in testa alla classifica con la sola Brescia, e soprattutto mette 6 lunghezze di distacco da Milano, sconfitta a Sassari e in grande crisi. 

La squadra di Ramondino, reduce da due overtime in coppa e in piena rivoluzione tecnica – Daum partito e Noua non ancora schierabile – ha onestamente opposto ben poca resistenza. La Segafredo ha aggredito la partita da subito, prendendo da subito un vantaggio importante, e non si è mai voltata indietro. L’unico a trovare regolarmente il canestro è stato Baldasso, per il resto tutti in grossa difficoltà.

Per la Virtus 16 di Sheneglia, 14 di Mickey ma soprattutto sei giocatori in doppia cifra e ottima gestione dei minutaggi. Non si poteva chiedere di meglio

Infine, alla Segafredo Arena è stata una serata speciale per almeno due motivi. Il ritorno di Kyle Weems, che è stato celebrato dai suoi ex tifosi e compagni prima di avere le mani piene in difesa contro Shengelia, e il ritorno in campo di Achille Polonara, applauditissimo da compagni e avversari. 

La cronaca

Virtus senza Abass (influenza) e con Pajola presente solo per onor di firma. Turnover per Smith e Dunston, e Polonara nei dodici. 

Si parte dopo la celebrazione dell’amatissimo ex Kyle Weems, che abbraccia tutti i suoi ex compagni di squadra. La Segafredo è aggressiva da subito, subito 9-2 con Dobric e Cordinier. Weems è l’unico a trovare punti per Tortona, e in breve arriva il +10 (18-8). C’è spazio e gloria anche per Bruno Mascolo, e i bianconeri dilagano fino al +16 (26-10). A fine quarto c’è l’ingresso in campo – con ovazione – per Achille Polonara. Al 10’ il punteggio è 29-17.

Baldasso prova a riavvicinare i suoi con alcuni canestri, ma quello del possibile -5 viene annullato per interferenza di Candi. La Virtus ci mette poco a ristabilire la distanza di sicurezza, e a metà conduce 47-36. 10 punti per Shengelia, 9 per Mickey.

Dopo la pausa la partita finisce molto rapidamente. Parziale di 8-0 e +19. Poco dopo arriva il +20 (60-40), e da lì in poi si apre un lunghissimo garbage time. 72-54 al 30’, poi ci prova Baldasso, ma contro la zona piemontese Lundberg, Dobric e Belinelli hanno gioco facile. C’è ancora spazio per Polonara, che trova anche il primo canestro dopo lo stop e subito anche quella tripla che mancava dalla scorsa stagione. Finisce davvero in gloria, 99-70.

Il Tabellino

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA – BERTRAM DERTHONA 99-70 (29-17, 47-36; 72-54) 

BOLOGNA: Cordinier 11; Lundberg 9; Belinelli 10; Pajola NE; Dobric 11; Mascolo 4; Cacok 10; Shengelia 16; Hackett 9; Menalo 0; Mickey 14; Polonara 5. All. Banchi

DERTHONA: Zerini NE; Tandia 0; Baldi NE; Dowe 8; Candi 8; Errica NE; Baldasso 18; Severini 0: Obasohan 7; Weems 8; Thomas 13; Radosevic 8. All. Ramondino

Oggi su Rete8 qsvs (canale 81 del dtt) "Basket Land", alle ore 22.45
Dopo la sconfitta a Sassari, possibili dimissioni di Messina