Le dichiarazioni degli ospite alla puntata n.13 di Basket on ER, talk show di basket in onda sul Canale 18 del DT di Icaro TV.

Alessandro Dalla Salda, ad Ge.Vi. Napoli: 

“L’esperienza in Virtus è stata più breve del previsto, ma bella e vittoriosa. Il successo da sfavoriti della Basketball Champions League, dopo due sconfitte in campionato che avevano fatto precipitare il morale sotto i piedi, ha dato il via alla lunga cavalcata bianconera. Ero arrivato sotto le Due Torri per starci almeno 3 anni, però a stagione in corso Luca Baraldi mi fece capire che la strada mia e quella della Segafredo dovevano interrompersi al termine dell’annata. Reggio Emilia è la mia città, sono orgoglioso perchè ho avuto il piacere di lavorarci 24 anni. L’obiettivo della GeVi Napoli è la permanenza in Serie A, da ottenere in maniera più tranquilla rispetto agli ultimi 2 campionati. Vogliamo consolidarci pure il prossimo anno per tentare l’approdo in Europa tra 2 stagioni. La squadra, nuova in ogni singolo elemento, ha bruciato le tappe, la Coppa Italia inizialmente non era in programma, tuttavia l’appetito viene mangiando. Coach Miličić, tecnico anche della nazionale polacca, ha sposato subito il nostro progetto, a scatola chiusa. Aspetto non scontato, visto che diversi allenatori avevano declinato elegantemente rifiutando l’offerta. Un paragone tra lui e Messina? Non lo so, certamente Igor ha la stessa fame di Ettore. Abbiamo un buon rapporto di vicinato con il Napoli calcio; ci sono diversi giocatori, uno su tutti Pierluigi Gollini, che vengono spesso al PalaBarbuto a sostenerci. Niccolò Mannion è forte, soprattutto in una dimensione come Varese. Forse è un profilo che ama essere leader e in Eurolega - dove la fisicità conta molto - nessuno se lo può permettere”.

Il link alla puntata

 

 

1700 iscritti per il canale Telegram di Bolognabasket
Cresce il pubblico in serie A: Virtus prima per incassi