VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA

Cordinier – voto 7 – (17pti, 2/2, 3/6, 4/5) – inizia con otto punti filati. E’ il primo giocatore bianconero che fa capire con decisione a Brescia che questa sera sarebbe stata una mattanza.
Belinelli – voto 6 – (9pti, 2/4, 1/5, 2/2) – un po’ più in ombra rispetto a ieri, ma la Virtus ha avuto bisogno del suo aiuto per respingere la rimonta dei padroni di casa sul finire del primo tempo.
Pajola – voto 6,5 – (8pti, 1/2, 2/3, -) – partecipa anche lui alla fagiolata da tre punti.
Smith – voto 7 – (11pti, 2/2, 2/4, 1/1) – tira e segna, Banchi gli chiede di essere una delle bocche da fuoco della squadra e lui non si tira indietro.
Mascolo – voto 6 – (2pti, 1/3, 0/2, -) – primi minuti e primi punti realizzati in maglia Virtus in una gara ufficiale.
Cacok – voto 6 – (6pti, 3/4, -, -) – la caviglia è dolorante, ma questo non lo blocca nell’effettuare uno schiaccione, su assist di Shengelia, e nel far vedere una mano discretamente educata.
Shengelia – voto 8 – (15pti, 3/3, 3/5, -) – E’ lui o non è lui? Mette a segno tre triple, non proprio la specialità della casa, e in attacco fa letteralmente quello che vuole. Aggiunge alla sua prestazione anche 12 rimbalzi e 4 assist, cosa chiedere di più? MVP.
Hackett – voto 6,5 – (2pti, 1/2, 0/1, -) – Leadership e mani saldamente sul volante. Guida la Virtus al successo con autorità. Cancella dal campo Christon.
Mickey – voto 7,5 – (15pti, 6/7, 1/2, -) – Autentico tarantolato. E’ quasi perfetto nella metà campo offensiva e porta a scuola tutti i lunghi della Germani.
Polonara – voto 5,5 – (4pti, 1/1, 0/2, 2/2) – sempre un passo indietro, in entrambe le metà campo. L’unica nota stonata di questo vittorioso weekend.
Dunston – voto 6 – (0pti, -, -, -) – molto limitato dai falli, ma quando riesce a stare in campo la Virtus ha un playmaker in più di 203 cm.
Abass – voto 6,5 – (8pti, -, 2/5, 2/3) – Abi is back! Dopo la sfida con Milano, Abass produce un’altra buona prestazione mettendo in luce un’ottima mira dalla lunga distanza. La Virtus potrà fare affidamento su di lui in stagione e questa è una delle notizie più belle del weekend.

Banchi - La mia mano? Non si vede, sarei ipocrita dicessi il contrario. E' un gruppo serio, mi ha accolto bene ed è arrivato a questa manifestazione con voglia di fare bene. Non tutte le serate saranno come questa, la stagione sarà lunga e ci saranno momenti duri.
La sensazione era quella che avremmo faticato, vista Brescia ieri. Invece siamo stati solidi, controllando il ritmo e perdendo pochi palloni. La squadra sembra già pronta, ringrazio chi ha lavorato prima di me e accanto a me in questi giorni. E i ragazzi avevano voglia di dimostrare di portare questa maglia con orgoglio, al di là delle polemiche degli ultimi giorni. E' un gruppo che lavora bene e una struttura che ha desiderio di eccellere, vedi anche la Supercoppa femminile di ieri.
La squadra - consapevole di avere un allenatore nuovo - ha moltiplicato le energie. Io ho cercato di seguire la traccia e loro sono stati assolutamente lodevoli. E ora sotto con Scafati, abbiamo una settimana per prepararla bene, privilegio che sarà raro in stagione.
Dobbiamo cercare di tenere il gruppo e trovare una modalità di funzionamento offensivo. A livello di sacrificio sembra che ci siamo. Poi il livello a cui la Virtus deve competere è altissimo.


Belinelli - Sappiamo quanto conta la Supercoppa, però è sempre meglio iniziare con una vittoria. Abbiamo passato 10 giorni particolari, ma siamo stati uniti. Dobbiamo conoscere meglio il coach, ma ci ha trasmesso delle cose, dentro e fuori dal campo. Fiducia e tanta voglia di andare bene e vincere. Ho visto una squadra pronta a sacrificarsi. C'è tanto da lavorare, ma i presupposti sono buoni. C'è un buon atteggiamento e tanta voglia di fare bene, per noi stessi, per la società e l'allenatore. Vedo il fuoco nei nostri occhi.
“Salotto Bianconero”: la nuova puntata su Facebook e Youtube
HALFTIME: VIRTUS-BRESCIA 48-35