(foto FIBA Basketball)
(foto FIBA Basketball)

Presentata ieri la campagna abbonamenti e annunciato il prolungamento di Toko Shengelia (manca solo l'ufficialità), la Virtus può iniziare il suo mercato in entrata. Il primo acquisto - bloccato da tempo - sarà Andrejs Grazulis, che a breve farà le visite mediche e poi potrà essere annunciato. 
Per il resto, alcuni dei nomi accostati alle Vu Nere si sono accasati altrove, o stanno per farlo: Foster - citato senza nominarlo da Luca Baraldi - ha firmato all'Hapoel Tel Aviv, Jones sembra diretto al Maccabi e Vildoza all'Olympiacos. Secondo La Prealpina, risalgono quindi le quotazioni dell'ex Venezia Rajyon Tucker, così come quelle di Davide Alviti, considerato il sostituto naturale di Awudu Abass, che dovrebbe andare a Dubai. Secondo il quotidiano lombardo non è da escludere nemmeno un tentativo con Gabriele Procida, che però è sotto contratto con l'Alba, e quindi occorre un buyout. Infine, piace molto Momo Diouf, centro azzurro del 2001 che l'anno scorso ha fatto bene a Breogan, in ACB: 7.3+3.2 in 15'. 
Per quanto riguarda Dunston, infine, secondo il Corriere di Bologna si deciderà a breve. Se Cacok darà garanzie, il veterano sarà rilasciato, altrimenti confermato.

Oggi "Euromario" su Radio Basket Italia
Virtus Imola, la nuova divisione delle quote societarie