VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA – EA7 OLIMPA MILANO 75-86 OT (19-14, 33-25; 48-54, 68-68) 

Inizia con un passo falso la serie finale della Virtus che si arrende a Milano dopo un tempo supplementare. La Segafredo perde il vantaggio del fattore campo rendendo gara 2 già decisiva. Il canovaccio della partita è stato simile a quello delle sfide con Venezia, tranne per l’esito finale. La Segafredo ha disputato un grande primo tempo soprattutto a livello difensivo e ha costretto Milano a segnare solamente 25 punti in venti minuti. Poi il “solito” orribile terzo quarto ha ribaltato la partita. Nel finale Bologna ha avuto la possibilità di vincere, ma ha fallito il colpo del KO dando la possibilità all’Olimpia di disputare un supplementare a senso unico in cui Shields ha segnato le triple che hanno consegnato il successo ai meneghini.

Cronaca: In quintetto c’è Pajola in marcatura su Napier con Hackett che parte dalla panchina. E’ proprio del playmaker della Nazionale il primo canestro della partita, in contropiede. La Virtus parte aggressiva in difesa e ruba subito tre palloni. Messina chiama presto time out e manda in campo Shields e Voigtmann per aggredire la Segafredo con maggiore convinzione. Napier alza i giri e colpisce sia da vicino che da lontano. Banchi reagisce giocando la carta dei due bianconeri reduci da infortuni: Zizic e Lundberg. L’impatto del centro croato non è dei migliori e fatica a far valere il suo fisico sotto canestro. Gli allenatori giocano a scacchi e, come prevedibile, regna l’equilibrio: 19 – 14 a fine primo quarto.
La Virtus abbassa il quintetto schierando Shengelia da centro con licenza di muoversi con libertà dentro o fuori l’arco dei tre punti. Una tripla del georgiano vale il +11 (25 – 14). Messina è costretto a chiamare un altro time out. Per rientrare l’Emporio Armani prova a penetrare con coraggio guadagnandosi numerosi viaggi in lunetta. Dopo svariati tentativi, e tentennamenti, Zizic schiaccia facendo esplodere la Segafredo Arena. Le urla e le grida dei tantissimi tifosi virtussini accompagnano le squadre negli spogliatoi all’intervallo. 33 – 25 al ventesimo minuto di gioco.
Napier scuote Milano e firma un personale parziale di 7 – 0 che riporta i biancorossi a contatto (36 – 34). La sindrome del terzo quarto della Virtus ritorna e l’attacco dei padroni di casa si blocca letteralmente segnando solamente tre punti in sei minuti. Milano ne approfitta e Shields porta in vantaggio i suoi dopo un canestro da oltre l’arco. Belinelli trova la prima tripla della partita dopo 5 errori consecutivi. Il capitano fatica a liberarsi dalla gabbia milanese, mentre dall’altra parte Shields e Hall, dopo un pessimo primo tempo, sono definitivamente entrati in partita. Banchi concede tanti minuti a Dunston che però fatica sempre di più con il passare dei minuti. L’Emporio Armani ribalta la partita e cambia l’inerzia: 48 – 54 al 30esimo.
Milano respinge i tentativi di rimonta della Virtus affidandosi al tiro da tre punti e conquista degli importanti rimbalzi offensivi. Banchi sposta Lundberg in difesa su Napier al posto di Hackett. E’ il danese che dalla lunetta riporta avanti la Segafredo. Finale al cardiopalma con sorpassi e contro sorpassi. La Virtus cerca Cordinier e il francese si fa trovare pronto per canestro del +3 (68 – 65) a poco più di 30 secondi dalla fine. Sembra quasi finita, ma Napier trova a la parità. Il successivo tiro di Lundberg viene respinto dal ferro e Milano ha il pallone della vittoria. Napier penetra, ma viene stoppato da Pajola. Quaranta minuti non bastano e si va ai supplementari a quota 68.
Banchi si affida allo small ball con Abass e Shengelia da lunghi, ma la mossa non ha successo. Milano si fa trovare più pronta affidandosi a Shields che realizza tre decisive triple diventando l’MVP del match. Per la Virtus è il colpo del KO. Finisce 75 – 86.

Tabellino

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA – EA7 OLIMPA MILANO 75-86 OT (19-14, 33-25; 48-54, 68-68) 

BOLOGNA: Cordinier 14; Lundberg 10; Belinelli 14; Pajola 7; Dobric 0; Mascolo NE; Shengelia 16; Hackett 3; Polonara 0; Zizic 8; Dunston 0; Abass 3. All. Banchi

MILANO: Bortolani NE; Tonut 2; Melli 8; Napier 21; Ricci 0; Flaccadori 0; Hall 18; Caruso NE; Shields 25; Mirotic 7; Hines 5; Voigtmann 0. All. Messina

Questa sera "Vitamina Effe" su Nettuno Bologna Uno
Aradori, "Vado avanti con il sorriso. Grazie a tutti"