PALACHEMIBA, CERRETO D’ESI – Cadono, dopo due vittorie, i New Flying Balls, che cedono a Fabriano dopo aver rincorso tutta la gara, andando anche a un solo possesso di distanza. Invece, il punteggio di 84-69 sorride ai padroni di casa.

Cronaca

Coach Conti opta per uno starting five composto da Bechi in tacca bassa, con Abega (oggi compie 20 anni), Bastone, Terzi e Filippini. Il tecnico biancorosso deve fare a meno di Carlo Balducci, causa distorsione alla caviglia, ma ritrova capitan Cortese, che comunque viene inserito a gara in corso. I canestri sono stregati e le difese praticamente perfette, a fronte di azioni offensive poco efficaci: dopo quattro minuti, Bedin porta in vantaggio i padroni di casa sul 6-4, Negri poco dopo firma il massimo vantaggio di Fabriano (+5, 9-4). Ozzano continua a faticare sotto canestro, il parziale è favorevole ai ragazzi di Niccolai che raddoppiano i punti degli ospiti (16-7): 14.3% di realizzazione al tiro con 0/6 da tre e 3/15 da due.

I liberi di Ly-Lee sono una leggera brezza in casa New Flying Balls, ma non continua: Fabriano, con i liberi di Bedin, tiene salda la guida dei suoi sul +9 (20-11). Centanni spinge, con una tripla, sul 25-13, Bechi obbliga coach Niccolai a un time-out che, forse, fa meglio ai biancorossi. Bechi si conferma come uno dei più in forma in casa Ozzano e trascina i suoi, e insieme a Filippini prova a contrastare l’ottimo momento di Filippini, che dai 6.75 metri dice 4/6 dopo 20’. A differenza del primo quarto, si segna molto di più (24-24), ma per i biancorossi non è abbastanza.

Nel terzo quarto, Centanni continua a essere molto preciso per Fabriano dalla lunga distanza, troppo per Ozzano, che comunque rimane a galla a -7 (48-41) dopo 3’. Bastone e Filippini riducono la distanza a soli quattro punti (51-47), confermando di aver ritrovato lucidità sotto canestro. Granic, con la decima tripla su 25 tentativi, rispedisce i biancorossi a -7 (54-47), che godono poco dopo del quarto fallo personale di Filippini: un’assenza, nei minuti successivi, che peserà nella zona colorata. Fabriano chiude sul +9 (61-52).

La tripla di Bechi sembra accendere l’ultimo quarto: 62-57, seguito dal “tecnico” indirizzato a coach Conti in seguito a un fallo di Cortese. Dopo due vittorie consecutive, Ozzano alza bandiera bianca sul lungo periodo.

Top scorer: Centanni, 30 punti

  

TABELLINO

Ristopro Fabriano vs Logimatic Group Ozzano 84-69 (19-7; 43-31; 61-52)

Ristopro Fabriano: Centanni 30, Stanic 11, Gnecchi 9, Bedin 7, Romagnoli, Bandini 2, Carsetti, Negri 10, Granic 13, Giombini 2, Nkot Nkot. Coach: Niccolai

Logimatic Group Ozzano: Myers, Bechi 17, Ly-Lee 4, Bastone 7, Martini, Terzi, Filippini 14, Cortese 13, Piazza 7, Abega 7. Coach: Conti

Arbitri: Mariotti e Frosolini

Note: 1Q 19-7; 2Q 24-24; 3Q 18-21; 4Q 23-17