MACCABI TEL AVIV - VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 95-78 (18-21, 46-45; 70-60)

Bella nel primo tempo - ma senza capitalizzare - e decisamente meno nel secondo, la Virtus cade contro il Maccabi sul neutro di Belgrado, perdendo anche la differenza canestri. La squadra di Kattash è riuscita a imporre alla partita il ritmo preferito, e i bianconeri si sono sostanzialmente adeguati. Alla lunga, questo ha pagato dividendi al Maccabi, che con un terzo quarto da 24-9 hanno spaccato il match, e poi non si sono più voltati indietro, sulle ali di Baldwin (22 e 7 assist) e anche di chi ci si aspettava di meno, ovvero Di Bartolomeo (16) e Sorkin (13). Per le Vu Nere 14 palle perse, un netto calo delle percentuali al tiro nel secondo tempo, e soprattutto un pessimo 7/15 ai tiri liberi. In sostanza bene solo Belinelli, immarcabile in attacco con 24 punti e 7/12 da tre. Non c’è tempo di pensarci troppo, perché tra 48 ore si va di nuovo in campo.

La cronaca

La Virtus parte con Abass in quintetto, nel surreale silenzio dell’Hala Pionir, che ricorda i tempi grami delle porte chiuse causa restrizioni Covid. Il primo quarto è veloce, con il Maccabi che impone il ritmo alto che gli è prediletto. 16-11 per i padroni di casa con ottimo Colson, poi 8-0 tutto italiano firmato Polonara-Belinelli-Pajola, e al primo stop la Segafredo è avanti: 18-21.

Recuperi di Pajola, triple di Belinelli, e i bianconeri provano il primo strappo andando a +9 (26-35). Il Maccabi reagisce affidandosi al suo attacco, e con le triple di Colson e Sorkin rimonta e pareggia a quota 39. Si va in equilibro fino all’intervallo: a metà il punteggio è 46-45. 13 punti per Marco Belinelli, 12 per Baldwin e una schiacciata notevole per Dunston.

Cordinier

Dopo la pausa, il Maccabi prova l’allungo con Sorkin e DiBartolomeo (54-48). I padroni di casa arrivano anche al +9, dopo un errore di Lundberg che concede un gioco da quattro punti, e sfruttando parecchi errori bianconeri dalla lunetta. La Segafredo non riesce ad arginare l’attacco avversario, subisce 24 punti nel terzo quarto e al 30’ il punteggio è 70-60.

Ultimo quarto: la Virtus prova a riavvicinarsi, ma le percentuali scendono, e le energie sembrano scemare. Quando si iscrive alla partita anche Lorenzo Brown per il Maccabi (79-64) si fa tutto facile. Negli ultimi minuti si gioca solo per la differenza canestri, e Brown e Baldwin dicono che anche quella è roba dei padroni di casa. Finisce 95-78.

Tabellino

MACCABI TEL AVIV - VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 95-78 (18-21, 46-45; 70-60)

Tel Aviv: Cleveland 1; Webb 3; Brown 12; Baldwin 22; Menco 2; Sorkin 13; DiBartolomeo 16; Rivero 8; Cohen NE; Mayer 0; Nebo 4; Colson 14. All. Kattash

Bologna: Cordinier 13; Lundberg 2; Belinelli 24; Pajola 2; Mascolo NE; Lomazs NE; Shengelia 9; Hackett 8; Polonara 4; Zizic 8; Dunston 3; Abass 5. All. Banchi

Oggi "Euromario", il martedì alle 18 su Radio Basket Italia
Maccabi Tel Aviv - Virtus Segafredo Bologna, le pagelle