Tabellino

Parziali Fulgor Fidenza-BB 2016: 25-26; 44-51; 64-64.

Fulgor Fidenza: Galli 11, Cortesi, Restelli 6, Ramponi 6, Scattolin 7, Beltadze, Guimdo Tsafack 14, Mane, Bellini 17, Pezzani 2, Doumbia 8, Markovic 19. All. Bizzozi.

Bologna Basket 2016: Tinsley 6, Reinaudi 11, Oyeh, Fontecchio 13, Bianchini, Cinti 4, Graziani 5, Ranieri 20, Guerri 6, Pini, Rubinetti 12, Azzano 10. All. Lunghini.

 

Sconfitta rocambolesca del Bologna Basket 2016 sul campo esterno della Fulgor Fidenza. Partiamo dal convulso e contestato finale. A 5 secondi dal termine, sulla parità di 87 a 87, i padroni di casa hanno una rimessa in attacco, ma Markovic commette infrazione di doppio palleggio. Time out e spostamento nell'altra metà campo a 3” e 7 decimi. Il pallone viene però intercettato dai fidentini che con Scattolin si gettano in avanti e tentano un ultimo disperato tiro. Tinsley allunga una mano e gli arbitri fischiano un fallo dubbio. Ma il tempo è scaduto o no? Visto che l'azione è partita dopo un tocco difensivo e dalla linea di fondo e che il giocatore di casa non ha attraversato il campo con piglio da centometrista, appare logico che il tempo sia terminato. Ma, dopo una consultazione al tavolo, misteriosamente gli arbitri decidono invece che mancano ancora due decimi alla conclusione. Di fronte a questa decisione sorprendente, coach Lunghini protesta vivacemente e viene espulso. Scattolin mette i due liberi, poi Bellini fa ancora 1 su 2. Rimessa gialla e il match si chiude qui.

Una conclusione da thriller e che onestamente ha rovinato una partita bella e combattuta. L'episodio infelice non può comunque nascondere la buona prestazione del BB2016, che ha tirato col 69% da 2 (20/29) e col 78% ai liberi (14/18), prendendo anche 31 rimbalzi contro i 29 avversari, eccedendo semmai nelle bombe (11/33 col 33%) e nelle palle perse (16 contro 14).

I rossoblu, anche avanti di 16 nella prima parte del match, sono riusciti sempre a stare in partita, pur costretti a giocare per quasi 22 minuti senza il capitano Luca Fontecchio, fino ad allora autore di un match maiuscolo (13 punti in 12 minuti, con 5/7 dal campo) ed uscito per un infortunio muscolare, senza alcuna possibilità di rientro. Certamente dispiace non aver potuto giocarsi la vittoria col player franchigia, ma non si può che lodare lo sforzo di tutti i membri del team felsineo che hanno dato veramente tutto per portare a casa il match. Menzione speciale va comunque ad un grandioso Tommaso Ranieri (20 punti, con 8/12 dal campo e 6 rimbalzi) e ad un rinato Riccardo Azzano (10 punti e 7 rimbalzi).

 

La cronaca. Primo quarto che scorre velocemente con i padroni di casa che cercano una breve fuga (13-18 al 5'), ma che vengono ripresi dalle bombe di Fontecchio e Tinsley. L'equilibrio si rompe all'inizio della seconda frazione, quando Ranieri si mette al lavoro sotto le plance e il capitano rossoblu mette altri due tiri pesanti. Fidenza accusa il colpo e va sotto di 16 lunghezze (48-32), poi a - 4' dall'intervallo ha una reazione d'orgoglio, fa un controparziale di 12-0 e solo una bomba di Guerri allo scadere dà il +7 agli ospiti. Al ritorno in campo i parmensi piazzano un altro 7-0 e il match da quel momento va avanti punto a punto, con Azzano e Ranieri a sostenere eroicamente i rossoblu. Le due squadre si alternano al comando, Rubinetti e Reinaudi portano anche al +6 a 3'20” dal termine, ma ancora Fidenza recupera e sorpassa. I bolognesi riescono tuttavia a tenere botta con un 2/2 dalla lunetta dell'onnipresente Ranieri e un canestro dalla media di Reinaudi. Si arriva così al discusso finale che abbiamo già descritto.

 

Per il quarto turno si ritorna a casa, al Palasavena di San Lazzaro, contro l'O.S.A. Milano. La partita inizierà alle 20:30.

 
Oggi "Fossa on the Radio" su MadeinBO TV
VIRTUS, IN ARRIVO IL PRIMO BACK TO BACK