(foto Vanoli Cremona)
(foto Vanoli Cremona)

Alcune parole di Demis Cavina alla vigilia della partita tra Virtus e Cremona.

“La prestazione di domenica scorsa ci ha dato ulteriore energia, quindi è stata una settimana regolare a parte fastidi a McCullough e Adrian. Ma c'è stata atmosfera positiva alla vigilia di una partita complicata che affrontiamo con grande serenità e determinazione. Sappiamo quali siano i punti di forza della Virtus ma anche quale sia la nostra voglia di giocare la nostra pallacanestro di concentrazione, focalizzando principalmente sull'aspetto difensivo. La parola ‘insieme’ è la parola chiave, contro queste squadre dobbiamo pensare ancor di più a cosa costruiremo come squadra e come reagiremo agli errori: la Virtus ti porta ai tuoi limiti, e sarà fondamentale correre un po' di più perchè contro i loro corpi sarà difficile giocare sempre a difesa schierata. Vorrei una partita sbarazzina, dando il nostro meglio ma ben sapendo chi saranno i nostri avversari”

Come si prepara una gara simile? “Tutti i ragazzi vogliono misurarsi con motivazioni che arrivano da sole, quando affronti partite di questo calibro e sapendo che in questo momento della stagione i punti valgono doppio. Banale e abusato dire che sono tutte finali perchè le finali sono altre, ma sono gare con un peso specifico diverso. Loro sono in un momento particolare, giocano gare importanti in Europa, ma noi dovremo pensare solo a noi stessi e non pensiamo assolutamente ad altro”

Cosa significa per te giocare a Bologna? “Tanto, ma non ci penso. L'età avanza, queste cose ora si celano in modo diverso. Sarà comunque una bella emozione, con tante persone che conosco: dopo la gara dell'andata ho parlato in tanti della nostra vittoria, ma vorrei che questa emozione non fosse solo mia, perchè tanti ragazzi non hanno mai giocato a Bologna e non vedono l'ora di farlo”

Oggi su Rete8 qsvs (canale 81 del dtt) "Basket Land", alle ore 22.45
A fine partita Shengelia colpito da una birra partita dal settore ospiti