VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA

Cordinier – voto 6,5 – (11pti, 3/5, 1/3, 2/3) – in ripresa rispetto alle ultime apparizioni, intervallate da un infortunio alla spalla. Forse la tinta ai capelli sta scolorendo e Cordinier sta ritornando sui livelli di inizio stagione. 
Lundberg – voto 6 – (9pti, 0/1, 3/4, -) – ottiene il massimo con il minimo sforzo. Partecipa anche lui alla goleada con tre canestri dalla lunga distanza.
Belinelli – voto 6 – (10pti, -, 3/6, 1/2) – In una serata come questa si concede il lusso di poter giocare poco e mettere a segno tre triple in tutta tranquillità, contro la zona piemontese nell'ultimo quarto.
Dobric – voto 7 – (11pti, 4/6, 1/2, -) – commette due errori ad inizio partita, ma superato quel momento disputa una gara di grande precisione e sostanza sia davanti che dietro.
Mascolo – voto 6,5 – (4pti, 2/4, 0/2, -) – senza Smith e Pajola ha per la prima volta a disposizione tanti minuti. In attacco fatica a pungere, ma la sua regia, condita da 7 assist, è ordinata.
Cacok – voto 6 – (10pti, 5/6, -, -) – sfrutta il suo atletismo che i lunghi di Tortona non hanno. Alterna buone giocate e delle (solite) ingenuità.
Shengelia – voto 7,5 – (16pti, 4/9, 1/1, 5/6) – ormai gli aggettivi sono sprecati. Ennesima partita da dominatore e l’aspetto più impressionante è che ormai non è più una notizia.
Hackett – voto 7 – (9pti, -, 3/3, -) – perfetto in attacco, senza mai forzare, e in più firma un bellissimo assist per il primo canestro di Polonara post rientro. Ottimo anche dietro.
Menalo – voto NG
Mickey – voto 7 – (14pti, 2/4, 2/4, 4/4) – gara ottima che dimostra che i problemi alla caviglia appartengono ormai al passato.
Polonara – voto 6 – (5pti, 1/1, 1/3, -) – riassaggia il campo dopo la malattia e questa è la notizia più importante. Come recita lo striscione della curva “Polonair is back”. Basterebbe già questo per festeggiare, ma Achille non si è fermato qua e ha realizzato anche il primo canestro da tre punti con la canotta della Virtus rompendo un lungo digiuno.

“Salotto Bianconero”: la nuova puntata su Facebook e Youtube
Dopo la sconfitta a Sassari, possibili dimissioni di Messina