VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA – ESTRA PISTOIA 93-100 (26-14, 55-41; 83-68)

E’ amara la Pasquetta della Virtus che perde contro Pistoia in modo incredibile. Dopo avere condotto la partita per 30 minuti e aver chiuso il terzo quarto sopra di 15 lunghezze, subisce la rimonta di Pistoia che nell’ultima frazione di gioco realizza 32 punti. La formazione di Brienza ha realizzato 7 triple su 8 tentativi nel quarto decisivo (Hawkins 7 su 8) e questo le ha permesso di conquistare la vittoria. Alla Segafredo a nulla è servito lo strapotere fisico sotto canestro. Senza difesa si perde la testa della classifica.

Cronaca: Hackett-Lundberg-Abass-Polonara-Zizic. Questo l’inedito starting five scelto da Banchi per affrontare Pistoia. La Virtus coinvolge subito, con continuità, il centro croato ottenendo buoni risultati. Zizic segna e crea spazi nei quali si infila Polonara per colpire sia da vicino che dalla lunga distanza. I lunghi bianconeri sono incontenibili per la difesa di Pistoia. La squadra di Brienza prova a reggere l’urto affidandosi alle triple di Willis. Il primo quarto si conclude 26 -14 con la Segafredo in pieno controllo.
Dalla panchina esce anche un positivo Mickey che conferma le difficoltà di Pistoia nel pitturato. I toscani faticano ad avvicinarsi al canestro virtussino e spesso trovano maggiori fortune nelle conclusioni da oltre l’arco. La Segafredo comanda il match, ma fatica a sferrare il colpo che potrebbe allontanare definitivamente gli avversari, complice anche una flessione in difesa. Si rientra negli spogliatoi sul 55 – 41.
Si ritorna in campo e Zizic torna a dominare in area. Hackett è costretto a rientrare negli spogliatoi con una caviglia dolorante, dopo uno scontro con Saccaggi, e tutta la Segafredo Arena trema. Fortunatamente non è nulla di grave e Danny Boy rientra sul parquet qualche minuto dopo. Dopo un pessimo primo tempo, Moore alza i giri e prova a far rientrare Pistoia, insieme ad Ogbeide. Serve una grande terza frazione di gioco di Lundberg, da 12 punti, per continuare a tenere lontani i toscani. 83 – 68 al 30esimo.
Pistoia ha la scorza dura e nell’ultimo quarto inizia una incredibile rimonta. Hawkins, Wheatle e Willis realizzano sei triple consecutive che valgono la parità a quota 88. La Virtus è stordita e si smarrisce pure in attacco. Ancora Hawkins colpisce da oltre l’arco e porta in vantaggio gli ospiti. Un jump di Willis vale il +5 Pistoia (90 – 95). Ora tutta la pressione è sulla Virtus che sbaglia i tiri decisivi con Belinelli e Lundberg. Poi ci pensa Moore a spegnere le speranze della Virtus. Finisce 93 – 100.

Tabellino

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA – ESTRA PISTOIA 93-100 (26-14, 55-41; 83-68)

BOLOGNA: Lundberg 16; Belinelli 12; Pajola 0; Dobric 10; Mascolo 0; Lomazs 2; Shengelia 3; Hackett 8; Mickey 13; Polonara 9; Zizic 16; Abass 4. All. Banchi

PISTOIA: Willis 23; Della Rosa 2; Moore 18; Saccaggi 0; Del Chiaro 0; Dembelè NE; Varnado 9; Wheatle 7; Hawkins 24; Ogbeide 17. All. Brienza

Oggi "Virtussini siamo noi" su Radio Basket Italia
Halftime: Virtus Segafredo - Estra Pistoia 55-41