Si è svolta sabato 13 aprile al Country Club di Castel Maggiore (Bologna), la prima tappa di LGS Padel Tour, una sfida sportiva tra legend del basket, calcio e pallavolo che si contenderanno ad ogni tappa un montepremi da devolvere in beneficenza.

 

L'evento è promosso da LGS SportLab, agenzia di marketing e comunicazione sportiva, specializzata nel management di atleti.

Ambassador e volti del progetto sono per il basket Stefano Mancinelli e Raffaella Masciadri, per il calcio Demetrio Albertini e Manuela Giuliano ed infine per la pallavolo Pasquale Gravina e Cristina Chirichella.

Con questa iniziativa LGS ha voluto realizzare una grande festa dello sport, coinvolgendo sportivi di diverse discipline uniti dalla comune passione per il Padel.

A vincere la tappa di Bologna è stata la coppia formata da Nelson Dida e Tomas Locatelli, che hanno scelto di devolvere il montepremi a La Mongolfiera ODV, onlus che fornisce sostegno a famiglie con figli con disabilità o in condizioni di disagio, con particolare attenzione al tema dell’istruzione e dell’educazione.

Tra i partecipanti volti importanti dello sport italiano come Gigi Di Biagio, Gianluca Basile e Alberto Cisolla, Cristian Savani, molti dei quali saranno presenti alla tappa di Milano, il 18 maggio.

Ad ogni evento non mancheranno sorprese e nuove iniziative volte a coinvolgere partecipanti e pubblico.

LGS Padel Tour è realizzato grazie al sostegno di Gruppo Montenegro, Coesia e E-GAP in qualità di Main Sponsor. Macron, Sponsor Tecnico fornirà i kit gara a tutti i partecipanti.

Inoltre ogni tappa vedrà coinvolte aziende del territorio. Local Sponsor per la tappa di Bologna: Ciclostile Architettura, Michele Mignani Garden+ Outdoor, Home Servizi srl, TER Costruzioni, G&L Events Media insieme ai suoi marchi Master Simec e Bloisi Trasporti e Logistica e J44 Lifestyle Hotel che ha omaggiato i vincitori con un soggiorno presso la propria struttura di Jesolo.

Media Partner di LGS Padel Tour sono QN il Resto del Carlino, Padel TV e MasiFilm.

 

Questa sera "Vitamina Effe" su Nettuno Bologna Uno
Il saluto della Fortitudo a Cedric Hordges