FLATS SERVICE BOLOGNA

Fantinelli - voto 7 – (8pti, 2/3, 3/4, 0/1) - Tre falli immediati ne alterano un po’ gli equilibri, ma quando c’è da far partire contropiedi, staffette e via discorrendo, sa sempre dove andare a parare.
Bolpin - voto 8 – (20pti, 2/2, 3/7, 4/7) - Se avete acciacchi di stagione, mal di testa o nevralgie, fatevi accarezzare da lui: in questo momento è pressochè onnipotente.
Aradori - voto 7 – (16pti, -, 2/5, 4/7) - Ci mette un po’ a carburare, bravi tutti ad andare avanti senza fermarsi in sua attesa. Poi apre il fuoco, così per chiudere quello che c’era da chiudere.
Ogden - voto 7,5 – (19pti, 5/6, 7/11, 0/2) - Non ha bisogno di alzare la voce per fare fumo e, soprattutto, arrosto. Sta lì, quando lo chiamano risponde presente, nessuno lo sposta, bene bravo bis.
Morgillo - voto 6 – (2pti, -, 1/2, -) - Quintetto con rimbalzi immediati, poi evidentemente il bilancio dei pro e contro lo porta a più panca che non altri minuti sul campo.
Panni - voto 6 – (9pti, -, 0/1, 3/6) - Spara per aprire le distanze, ed è chiaro che è meglio da attore che non da regista. Non una novità.
Conti - voto 5,5 – (3pti, 1/1, 1/2, 0/2) - Il primo cesto su azione in stagione, ma anche l’impressione che non abbia dato motivi per fidarsi davvero di lui.
Sergio - voto 5,5 – (0pti, -, 0/1, 0/1) – Decentrato e un po’ scentrato.
Freeman - voto 7 – (12pti, -, 6/10, -) – Non al meglio, porta a casa comunque la pagnotta senza obblighi di ulteriori sacrifici. Ad ogni modo, 14 rimbalzi, così per dire.

AGRIBERTOCCHI ORZINUOVI

Zugno - voto 6,5 – (22pti, 2/2, 4/8, 4/11) - Bestiolina offensivamente velenosa.
Bertini - voto 5,5 – (12pti, 0/1, 3/3, 2/6) - Buona muscolatora, poca mira.
Mayfield - voto 5,5 – (13pti, 3/5, 2/5, 2/7) - Abbastanza indolore.
Donzelli - voto 5,5 – (6pti, 0/1, 3/5, 0/3) - Meno di quanto non dicano le cifre.
Brown - voto 4,5 – (6pti, -, 3/3, 0/1) - Charlie avrebbe fatto meglio, oggi.
Trapani - voto 5,5 – (4pti, -, 2/4, 0/1) - Corre a vuoto.
Gasparin - voto 6 – (10pti, -, 2/3, 2/3) - Ci prova
Alessandrini - voto 6 – (4pti, 2/2, 1/1, 0/2) - Pure lui.
Ndzie - voto 5 – Invisibile.

VERBA MANENT

Caja - Abbiamo avuto un buon impatto sulla partita, poi ci siamo un po’ rilassati pensando che potessimo vincere per inerzia, e così non è stato. Dobbiamo capire che dobbiamo conquistarci ogni possesso della partita, altrimenti gli avversari se li lasci liberi fanno canestro. Abbiamo subito troppo, e all’intervallo ci siamo detti che serviva maggiore attenzione, avendone una buona risposta: non abbiamo più subito uno contro uno, siamo andati meglio a rimbalzo, indirizzando la partita su binari nostri e giocando in velocità, coinvolgendo tutti in attacco. Poi, come successo a Trieste, gli ultimi minuti non li abbiamo giocati e non so perché: a Trieste per 3’ non abbiamo segnato, oggi abbiamo tolto le mani dal manubrio, ma detto questo siamo molto, sottolineo molto, contenti per la vittoria: non c’è mai niente di scontato, e ogni cosa va conquistata. Altra partita vinta, e non è una cosa dovuta. Sappiamo su cosa dobbiamo migliorare. Il quintetto ha fatto bene, quanto gli altri ragazzi possano migliorare lo sa solo il Padreterno, noi lavoriamo anche nei giorni liberi, si impegnano tanto, speriamo di portarli ad un buon livello. Ma se il quintetto gioca questa pallacanestro competitiva è anche per il contributo di tutti negli allenamenti quotidiani, e quello è il loro compito. Loro stanno dando il massimo e continuiamo così. I protagonisti? Intanto quelli che tirano fuori i soldi, io è 30 anni che faccio questo lavoro, penso di averlo fatto bene e sono contento di quello che sto facendo. La società mi mette nelle condizioni migliori per lavorare, nessuno si mette di intralcio e i ragazzi si allenano bene. Nella mia carriera, senza falsa modestia, è successo spesso.

Zanchi - La Fortitudo gioca un altro campionato, e a tratti si è visto. Poco da recriminare, il divario è questo, anche se abbiamo concesso troppo a rimbalzo. Per salvarci dobbiamo difendere meglio. Bologna adesso è la squadra che gioca meglio, e non perdona nulla. I campionati sono lunghi, ora girano come un orologio senza punti deboli, vediamo cosa capiterà se si incepperà qualcosa.

Il video, grazie a Sportpress

https://youtu.be/loOnW2mU_cc?si=OLmyQl344Rgslq4y
1700 iscritti per il canale Telegram di Bolognabasket
NUOVA ARENA VIRTUS. L'ARCHITETTO CUCINELLA: VORREMMO FINIRE A INIZIO 2025