Con una vittoria più complicata di quanto dica il punteggio, la Virtus femminile si è garantita il terzo posto alla fine della regular season

Solo un miracolo compiuto dalla Oxygen Roma (possibilmente due volte), potrebbe cambiare la posizione finale delle bianconere

CRONACA

Virtus inizia con Pasa, Dojkic, Zandalasini, Rupert e Andrè che vanno a prendere un ceffone da 5 - 0 dalle lombarde, a cui peraltro rispondono con 7 punti di fila di Pasa e 5 di Cox, subentrata ad una fallosa Andrè, per un 5 - 12 che ridimensiona le sestesi, il quarto si chiude sul 16 - 24 per le bolognesi

Il secondo quarto vede le idee bianconere annebbiarsi e le sestesi avvicinarsi pericolosamente, con le difese ben allacciate da entrambe le parti ed il gioco che fatica a svilupparsi; il riposo vede le squadre sul 29 - 33 per Bologna e con una improduttiva Zandalasini, che va negli spogliatoi con ancora uno 0 alla riga del suo score e soffrendo la ex Begic che mette in mostra tutta la sua fisicità e tecnica

Ancora nel terzo quarto la Virtus annaspa e non trova gioco non trova coralità, solo spunti individuali, che la tengono a galla per il 43 - 46 al finale di terzo quarto, in cui però ci sono stati segni di risveglio del Capitano

L’ultimo quarto è l’apoteosi: 6 - 14 Virtus, con Del Pero che ha un impatto importante sul match e chiude la partita imbrigliando le guardie di Sesto e segnando la tripla del +10 Virtus, che di fatto chiude tutti i discorsi

Prima di tutte vorrei elogiare le giocatrici che di norma hanno meno spazio e che invece oggi hanno mostrato grande voglia di vincere e di essere presenti alla festa ovvero Barberis e soprattutto Del Pero, hanno mostrato una voglia di vincere invidiabile e l’hanno espressa al meglio delle loro possibilità, Consolini dà minuti di qualità, Orsili cresce di partita in partita, facendo sbagli anche grossolani ma con una voglia da vera atleta mai doma, Zandalasini matura come non mai, Andrè bene nella seconda parte, Cox in crescendo, Peters in calando, Pasa sempre più riferimento, Rupert un gioiello che va preservato per gli anni a venire, Dojkic è, secondo me, sempre più incomprensibile ed il suo tabelline non testimonia a suo favore, 1 su 8 al tiro “aperto”, 3 palle perse ed 1 recuperata, valutazione 4; spiace perché è una giocatrice importante ma, tra infortuni, malattie e questa strana abulia, sta giocando molto più di ciò che merita

PROSSIMAMENTE

Sabato alle 20,30 alla Segafredo Arena si chiude la stagione regolare con un match ostico contro l’altra aspirante al quarto posto finale ovvero quella Campobasso che poche settimane fa ha piegato la capolista Reyer Venezia

Ci sarà da divertirsi

TABELLINO

Allianz Geas Sesto San Giovanni vs Virtus Segafredo Bologna: 49-60
(1Q 16-24, 2Q 29-33, 3Q 43-46)

Allianz Geas Sesto San Giovanni: Dotto 6, Moore 13, Conti, Begic 2, Arturi, Wadoux 10, Tava, Trucco 6, Panzera 2, Gwathmey 10. Coach Cinzia Zanotti

Virtus Segafredo Bologna: Del Pero, Pasa 12, Peters 12, Cox 7, Rupert 10, Barberis, Dojkic 5, Andrè 4, Zandalasini 5, Orsili 2, Consolini. Coach Pierre Vincent

Arbitri: De Biase Stefano, Giovannetti Giulio, D’Amato Alex.

Oggi "Black And White" alle 19 su Nettuno Bologna Uno
La Sella Cento in rimonta batte la Elachem Vigevano