Che la Virtus sia in un periodo difficile lo dicono i numeri: tre sconfitte in fila in Eurolega, e ultima vittoria in trasferta datata 5 gennaio a Berlino. E sei sconfitte nelle ultime nove in campionato, più il quarto di Coppa Italia. Insomma, il 2024 bianconero non è stato esaltante come il 2023, per una serie di fattori. In Eurolega sicuramente avversarie più quotate e attrezzate sono cresciute, in più qualche infortunio che ha reso più corta una coperta già non lunghissima e in generale la stanchezza di chi nella prima parte di stagione aveva "tirato la carretta". In più, i due acquisti a stagione in corso - anche chi era arrivato con grandi aspettative (Zizic) finora hanno o giocato poco, o reso poco.

Tutto è ancora in gioco, però, e ora è il momento di stringere i denti. Il play-in era l'obiettivo iniziale della stagione - poi ritoccato verso l'alto dalla proprietà - e la Segafredo ci arriverà, ma un conto è arrivarci da settimi o ottavi, con reali possibilità di strappare la qualificazione playoff, un conto è farlo da noni o decimi, con possibilità molto più basse. E per guadagnarsi la miglior posizione bisogna tornare a muovere la classifica, non ci sono alternative. Si parte da domani, a casa di una Stella Rossa che da ieri è matematicamente fuori dalla lotta per il decimo posto dopo aver perso in casa contro il Panathinaikos. La squadra di Teodosic - che ha disputato una stagione ben al di sotto delle aspettative - vorrà fare bella figura davanti al proprio pubblico, ma sicuramente le motivazioni saranno differenti. Per vincere la Virtus, che spera di recuperare Hackett, dovrà fare una grande partita per 40 minuti e non solo per un tempo, cosa accaduta parecchie volte ultimamente.

Dove vederla

Stella Rossa Belgrado - Virtus Segafredo Bologna si gioca domani alle 19, diretta Sky Sport, DAZN e Nettuno Bologna Uno.

Oggi "Virtussini siamo noi" su Radio Basket Italia
Le principali nozioni di base da imparare prima di giocare a Sportaza