(Foto Mauro Donati)
(Foto Mauro Donati)

Neutralizzato l'interesse di classifica dal risultato che arrivava da Cantù, con la resistenza udinese durata lo spazio di un quarto, quello che capitava a Trapani è subito diventato più o meno un allenamento tra le due squadre in un clima di amicizia e tranquillità, con il risultato che di fatto è servito solo ai padroni di casa per archiviare momentaneamente il disastro di Coppa Italia e far dire alla fine, al patron Antonini, frasi di moderata modestia. Per la Fortitudo è stato un buon allenamento, come si suol dire, e giustamente alla fine coach Caja ha preferito soffermarsi sulla sommatoria dei risultati in stagione e non alla singola prestazione in Trinacria: secondo posto, non certo ipotizzabile a inizio anno, nessun calcolo (lo stesso Antonini ha ben spiegato che, a parer lui, altrove hanno fatto a gara per non finire nello spicchio di griglia trapanese) e tutti avanti per vedere, adesso, cosa succederà.

Chiaro, stagione dall'inizio incredibile (8-0), parte centrale sempre molto buona (8-3), e finale con il rifiatare e qualche infortunio (6-7), ma alla fine la somma dei pezzi dice appunto secondo posto, e sarebbe ingiusto focalizzare sul troppo di prima e sul (forse) un po' meno attuale. Ora ci sono 13 giorni per rimettere ossigeno e benzina nei corpaccioni dei giocatori, e vedremo quel che succederà. Si parte da Treviglio, squadra che si è già vista al Paladozza qualche settimana fa con vittoria esterna: non perfetta nell'atletismo (e questo potrebbe essere un bene per Bologna) ma di grande esperienza, e soprattutto con ambizioni iniziali per cui, ora, partendo da zero a zero, vedremo cosa saranno in grado di fare, come si suol dire. Per quel che riguarda la gara di ieri: bene all'inizio, poi un po' di stanchezza e qualche giocatore sotto tono. Ma rischiare non ne valeva la pena, per cui tutto già di fatto archiviato.

Just like heaven - Si dovrebbe fare la media tra quello che ci si aspettava ad agosto e quello che forse ci aveva fatto illudere in autunno. Ma alla fine è secondo posto, e allora bene così, molto bene. E se sarà Trapani in finale, chissà, ci sarebbe da prendere le dichiarazioni del pres locale e appenderle alla parete dello spogliatoio: davvero sono nettamente più forti?

Disintegration - E' anche chiaro che qualcosa andrà aggiustato, ma sono poi sempre gli stessi discorsi: panca non sempre affidabile e comunque con rendimento garantito, e titolari che non possono prendersi delle pause. Ma, dai, poteva davvero andare peggio, no?

Oggi "Black And White" alle 19 su Nettuno Bologna Uno
La Sella Cento chiude la fase a orologio vincendo a Treviglio