Tabellino

Parziali Ferrara-BB2016: 18-13; 43-28; 64-47.

Ferrara Basket 2018: Bellini, Romondia 2, Cattani 2, Drigo (cap.) 20, Kuvekalovic 11, Bondesani ne, Porfilio 14, Yarbanga 10, Cecchetti 10, Manias ne, Ballabio 17. All. Furlani.

Bologna Basket 2016: Tinsley 3, Reinaudi 14, Gamberini, Oyeh, Bianchini ne, Cinti, Graziani 13, Ranieri 4, Guerri (cap.) 8, Rubinetti 17, Azzano 4. All.: Lunghini.

 

Terzo ko consecutivo per il Bologna Basket 2016. La squadra di coach Lunghini, orfana di capitan Fontecchio, cede le armi in trasferta al Ferrara Basket 2018 per 86-63. I bolognesi soffrono la fisicità e la qualità degli estensi, che sfornano una partita di grandi percentuali (62% da 2 e 44% da tre), accompagnata da una difesa che smorza progressivamente le velleità di vittoria dei felsinei. L'assenza, pur importante, di Fontecchio non deve però costituire un alibi per una prestazione altalenante, con molte disattenzioni e tante facili conclusioni sbagliate da sotto, mentre anche i tiri pesanti si sono rifiutati di entrare. E la difesa, che era stata il punto di forza della prima parte di stagione, appare oggi troppo morbida e mette troppo poca pressione sugli avversari.

Non sempre i numeri spiegano il match, ma non è questo il caso. Il BB2016 tira col 44% da 2 (18/41) e col 23% da 3 (7/30), statistiche che non lasciano spazio a fraintendimenti. Anche la lotta a rimbalzo sorride in modo netto ai padroni di casa (44 contro 27), un dato che, insieme ai soli 6 tiri liberi concessi agli ospiti, dà la misura di come l'approccio alla gara del BB2016 sia stato eccessivamente soft e scarsamente reattivo.

Tra i singoli solo Graziani (13 punti, 3 rimbalzi e 3 assist), Guerri (8 punti e 2 rimbalzi) e Reinaudi (14 punti, 7 rimbalzi e 4 assist) hanno cercato a tratti di contenere i ferraresi, che però hanno potuto contare su un quintetto in palla e una panchina con cambi più performanti.

Quel che è certo è che in un campionato lungo come questo della B Interregionale sono certamente fisiologici momenti di abbassamento dell'intensità agonistica, accompagnati da un calo fisico e mentale. L'importante è rimettersi al lavoro con pazienza e reintegrare corpo e spirito, anche perché tra soli tre giorni si profila un nuovo e complesso impegno contro la lanciatissima Fulgor Fidenza.

 

La cronaca

Parte con una certa decisione il BB2016 (4-0), ma Ferrara si rifà sotto e in fine di quarto va sopra di 5. Nella seconda frazione gli estensi piazzano nei primi 5' un parziale di 14-3 che si rivelerà decisivo per l'esito del match. All'intervallo i padroni di casa sono già sopra di 15 lunghezze. Il leitmotiv non cambia nel terzo periodo, anzi il divario si allarga a 17 punti. La quarta frazione non fa che confermare il distacco, con i rossoblu incapaci di rientrare o trovare controindicazioni alle giocate dei ferraresi. Finisce con un amaro -23.

 

Ma non c'è tempo per le recriminazioni. Giovedì 21 dicembre, alle 20.30, al Palasavena di San Lazzaro, arriverà la squadra più in forma del torneo, quella Fulgor Fidenza appena reduce dal successo contro la capolista Sangiorgese, che ha appaiato in testa al campionato. È l'occasione per i ragazzi di Lunghini di far vedere tutto il loro valore e volontà di riscatto.

Questa sera "Vitamina Effe" su Nettuno Bologna Uno
La Virtus Imola mette squadre e staff in silenzio stampa