(Foto Mauro Donati)
(Foto Mauro Donati)

Finale, allora. Come 8 anni fa, ritrovandosi davanti nuovamente Andrea Diana che fece 3-2 con Brescia, e l'ennesimo figlio di Alibegovic, stavolta Amar (era Mirza, nel 2016), a cui il babbo chiederà di fare 30 a partita ma con sconfitta inclusa. Tante cose sono state scritte e dette, in questa stagione, per cui non serve dirne o scriverne altre, dato che ora, come si suol dire, deve essere il campo a dare i suoi responsi. La Fortitudo ci arriva con un sapiente entusiasmo, ovvero l'idea di non essere favoriti ma di avere le carte in regola per provarci. Il resto, ora, sono solo storie, quindi lasciamo che la palla palleggi senza altro sillabare, e lasciando per un po' perdere la dialettica del momento, da Teodosic a Melli, e il fatto che, forse, da Trapani stanno dichiarando così tante cose che, chissà, la Fortitudo non si trovi ad avere il tifo anche di insospettabili cugini (mai, cit.). Di certo, la questione biglietti non aiuterà il clima: Antonini già in precedenza aveva parlato della faccenda (a Cremona, ad esempio, o anche di recente). Rispondendo, a chi lo accusava di prezzi troppo alti, che a Bologna costavano di più. Ok, ora però, come detto, che si cerchi di parlare di basket.

Trapani, quindi. L'abbiamo osservata per tutto l'anno, con i due scontri diretti entrambi in situazioni particolari (semifinale di Coppa Italia e ultima, inutile, dell'orologio) che ce l'hanno fatta vedere ma senza veri e propri appunti da prendere. Questo perchè la squadra di Roma è stata smantellata e rinforzata, e perchè l'orologio, un mese fa circa, fu proprio una amichevole. 29-3 il record in campionato, una sconfitta nei playoff (Piacenza) subito archiviata, e il resto lo sappiamo: le ambizioni, le dichiarazioni, eccetera. I nuovi? Alibegovic nei playoff va a quasi 15 di media con il 73% da 2, Gentile ancora da rivedere (5 e il 34% al tiro), ma sappiamo essere talmente tanti che non sono le cifre a dire le cose, ma la lunghezza: dieci giocatori dieci (e Renzi fuori per turnover/infortunio) e, insomma, sarà dura.

Gara 1 sabato a Trapani, ore 21, diretta LNP Pass e Nettuno Bologna Uno.

Questa sera "Vitamina Effe" su Nettuno Bologna Uno
Gameday: oggi gara 4 Venezia - Virtus