CS: ALLA SELLA NON RIESCE LA RIMONTA, VINCE NARDO’ 83-78 AL TERMINE DI UNA PARTITA MOLTO EQUILIBRATA

Non riesce la quarta in fila alla Sella. Partita di grande intensità al Pala San Giuseppe, dove Nardò, guidata da Stewart, batte una Cento leggermente più imprecisa del solito. 

La Benedetto conclude il girone d’andata di questa fase Salvezza a Nardò, una vittoria manderebbe Cento vicinissima alla Salvezza matematica, ma i padroni di casa devono vincere per rimettere distanza tra sè e Chiusi, uscita sconfitta dalla partita contro Agrigento. Mecacci parte con Palumbo, Mussini, Toscano, Archie e Bruttini. Dall’altra parte Dalmonte inizia con Parravicini, Baldasso, La Torre, Stewart e Iannuzzi. Cento parte forte con 4 punti di Bruttini e due triple di Toscano, ma Nardò rimane in partita e una bellissima transizione di Parravicini porta i suoi sul 9-10, ma una tripla di Archie riporta a due possessi i biancorossi. Il Professore replica, dopo i liberi di Stewart, mettendo in risalto la sfida tra le due ali americane. Parravicini ispirato, segna una tripla e Palumbo commette il suo secondo fallo, in attacco e Nardò trova il pareggio a poco più di due minuti alla fine del quarto. Cento trova risorse importanti dalla panchina, Delfino e Moreno contribuiscono al mini parziale finale, ma Nardò è lì, approfittando di Stewart in grande spolvero, e trovando i suoi lunghi per il 20-21 dopo 10’. La partita prosegue in equilibrio, Ladurner schiaccia poderosamente il nuovo vantaggio e Archie segna la terza tripla della sua serata, portando a +2 i suoi. Dopo il timeout, Nardò torna in parità con il canestro di Russ Smith e Mussini si iscrive alla partita con una tripla dall’angolo, poi Ladurner è morbido dal centro dell’area e continua il suo grande inizio di partita, +3 Cento. I granata tornano in parità con la tripla di Nikolic e raggiungono il vantaggio con la schiacciata di Iannuzzi, ma Mussini punisce ancora dall’angolo, dopo una serie di azioni senza pause. Stewart trova una tripla di tabella dalla punta e coach Mecacci chiama un timeout per preparare gli ultimi possessi e ì, infatti, Bruttini trova un canestro da sotto, ma è ancora Stewart a sparare da tre punti (19 per lui) e dopo 20’ Nardò è avanti 44-41. Parravicini timbra l’inizio di secondo tempo con una tripla e tocca il massimo vantaggio sul +9 con la tripla di La Torre, Palumbo e Mussini rispondono dalla media, intervallati da un canestro di Baldasso. Nardò trova la via del canestro con continuità, ma Mussini segna ancora da tre punti e tiene aggrappata Cento, anche se coach Mecacci chiama timeout sul -8, dopo il rimbalzo e canestro di Iannuzzi. Cento non riesce ad andare a punti, fino a quando Delfino si guadagna due liberi a circa 20” dal termine e conclude il terzo periodo, riportando i suoi a -6. 58-52 dopo 30’. Nardò fallisce un paio di occasioni con triple aperte per dare una spallata alla partita e Cento si riporta a -4 prima, con un super canestro di Palumbo dalla media e a -1 poi con la tripla di Musso, dopo un’ottima azione di squadra. Nikolic risponde all’italo argentino e viene fischiato un fallo in attacco a Paumbo, il quarto, quando mancano più di sette minuti al termine. Parravicini si inventa un canestro dalla media, Delfino fa respirare la Benedetto dalla lunetta, ma Stewart trova una meraviglia in fadeaway immarcabile per riportare a due possessi pieni di vantaggio i suoi. Cento fatica a trovare canestri facili, ma riesce a guadagnarsi preziose gite in lunetta, Delfino e Bruttini portano -2 gli ospiti, con cinque minuti ancora da giocare. Delfino sale in cattedra, con un canestro in isolamento e un assist per Bruttini, ma una tripla di Stewart manda i padroni di casa a +5.  Ancora dalla lunetta Bruttini trova il -3, poi Cento difende alla grande, ma Smith spara da 8 metri il più sei e Parravicini trova di prepotenza le otto lunghezze di vantaggio, che diventano dieci dopo il canestro di Iannuzzi, a un minuto e mezzo dal termine. 

Cento non vuole mollare e segna cinque in fila con Musso e Bruttini, poi recupera un pallone sulla rimessa in attacco di Nardò e si guadagna due punti a cronometro fermo con Mussini. La lotteria dei liberi finale non basta alla Sella che esce sconfitta dalla battaglia di Nardò. I rimpianti dei biancorossi possono essere legati alle occasioni concesse da Nardò prima della spallata finale, tutto sommato, soprattutto con la sconfitta di Chiusi, la Salvezza rimane abbastanza vicina.

SELLA CENTO: Mussini 15, Bruttini 18, Delfino 12, Palumbo 4, Bucciol, Toscano 6, Archie 9, Musso 6, Moreno 2, Ladurner 6

HDL NARDO’ BASKET: Parravicini 12, Smith 11, Nikolic 10, Iannuzzi 10, Ferrara 4, Baldasso 2, Stewart 26, La Torre 6, Ceparano 2, Barbone, Sportillo, Donda

Questa sera "Vitamina Effe" su Nettuno Bologna Uno
La Virtus verso gara 5, Lundberg sempre assente