(foto Virtus Segafredo Bologna)
(foto Virtus Segafredo Bologna)

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA – GEVI NAPOLI 101-89 (33-24, 55-48; 79-74) 

Non fa passi falsi in Italia la Virtus che batte Napoli e resta in scia a Brescia e Venezia. La partita, come nelle previsioni, è stata ad alto punteggio con la Gevi che si è concentrata soprattutto nella fase offensiva. Salvo qualche passaggio a vuoto, la Segafredo è riuscita però a limitare i frombolieri di Napoli, in particolare Zubcic. Tra le note più positive della serata c’è da annoverare la crescita di Mickey che sta rientrando in condizione dopo l’infortunio. Ora Bologna attende i recuperi di Shengelia e Dobric per tornare ad alzare il livello anche in Europa.

La Cronaca

Rtorna in quintetto Belinelli dopo la nascita della seconda figlia. Nel primo quarto la principale bocca da fuoco bianconera però non è lui, bensì Cordinier. AirFrance realizza tutti i primi 7 punti della Virtus, che aprono la gara, e alla fine della prima frazione di gioco saranno 12. Napoli ci impiega più di tre minuti a trovare il primo canestro su azione. Ennis prova a suonare la sveglia per i partenopei, ma le triple di Mickey ricacciano indietro gli ospiti. La Segafredo è una macchina da canestri e il primo quarto si conclude sul 33 – 24.


Con il quintetto delle seconde linee, la Virtus rallenta. Zizic non riesce a far valere il suo tonnellaggio sotto canestro e l’area resta troppo intasata. Cresce il numero delle palle perse e allora la Gevi trova la parità, a quota 44, spinta da Brown. Serve il furore e il talento di Hackett per rimettere tutto in ordine e far concludere il primo tempo con il muso avanti: 55 – 48.

virtus

Velocemente la Segafredo riconquista un vantaggio in doppia cifra (64 – 53), poi la gara diventa frammentata a causa di svariati fischi degli arbitri che prima danno tecnico a Brown e poi ad Hackett. Entra nel match anche Belinelli che firma cinque punti consecutivi che allontanano ulteriormente Napoli. La Gevi però non vuole far scappare Bologna e Brown trova un nuovo compagno di merende in Pullen. L’ex bianconero produce nel terzo quarto 10 punti di puro talento. 79 – 74 al 30esimo.
 

La Virtus non vuole però vivere un finale al cardiopalma e consegna la palla nelle sapienti mani di Lundberg che dà il via al parziale che decide il match. Il danese segna 13 punti nell’ultimo quarto, ma non si limita solo a quello dando anche un contributo in difesa, oltre a servire un paio di assist ai compagni. La Segafredo supera quota cento e porta a casa la vittoria. Finisce 101 – 89.

Tabellino

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA – GEVI NAPOLI 101-89 (33-24, 55-48; 79-74) 

BOLOGNA: Cordinier 19; Lundberg 18; Belinelli 10; Pajola 7; Mascolo NE; Lomazs NE; Hackett 8; Mickey 16; Polonara 8; Zizic 6; Dunston 8; Abass 1. All. Banchi

NAPOLI: Pullen 18; Zubcic 4; Ennis 13; De Nicolao 5; Owens 6; Brown 20; Sokolowski 10; Lever 9; Bamba 0; Mabor Dut Biar 4; Ebeling NE; Grassi NE. All. Milicic

 

Questa sera "Vitamina Effe" su Nettuno Bologna Uno
Fortitudo Bologna e Forlì ultime qualificate alla Final Four di Roma