Cecilia Zandalasini è stata sentita da Emanuele Malaguti per Stadio. Un estratto dell'intervista.

Sono arrivata a Bologna con alte aspettative: l'obiettivo era di tornare a giocare l'Eurolega ed era allettante l'idea di portare una squadra che non c'era mai stata nel campionato più competitivo d'Europa. Riuscire a farlo è per me motivo di grande orgoglio e, oltre a questo, nei miei primi due anni qui abbiamo anche raggiunto due finali scudetto. Riuscire ad ottenere questi risultati non è scontato e porto con me dei ricordi bellissimi di quei momenti, ma non ci vogliamo fermare qui: il nostro obiettivo è quello di vincere il campionato.


La vittoria in Supercoppa 

Raggiungere questo traguardo è stato bellissimo, anche in virtù del fatto che è il primo trofeo conquistato da questa squadra. Aver contribuito a scrivere questa pagina della storia bianconera mi rende davvero orgogliosa, soprattutto per essere riuscita a raggiungere questo obiettivo battendo Schio, che è e rimane una delle formazioni di vertice del nostro campionato.
 

L'Eurolega  

Potevamo fare meglio, ma siamo state grandemente condizionate dagli infortuni dei nostri capisaldi come Olbis e Ivana (Andre' e Dojkic, ndr) nei momenti cruciali della stagione. Queste assenze ci hanno portato ad abbassare il nostro livello e a perdere partite che, probabilmente, al completo avremmo vinto. Abbiamo lottato tantissimo, sfiorando la vittoria a Mersin e mettendo in diffcoltà a casa loro una formazione come Praga, arrivata prima nel nostro girone. Siamo state sfortunate e, in alcune occasioni poco ciniche, ma questa è l'ennesima dimostrazione che l'Eurolega è un campionato molto difficile e che ogni partita è fondamentale per passare alla fase successiva.
 

Bologna è il posto ideale per chiunque ami la pallacanestro. La città è stupenda e sento già di poterla definire "casa", la passione che si vive qui è incredibile e si sta benissimo. Il nostro tifo è sicuramente minore di quello che hanno i ragazzi, ma penso che anche loro si stiano affezionando a noi, sempre più persone ci seguono ed in questa seconda fase del campionato sarà decisivo anche il loro supporto.

Oggi "Black And White" alle 19 su Nettuno Bologna Uno
Matteo Mecacci presenta Juvi Cremona - Sella Cento