Dopo otto giornate, la Virtus è prima da sola con il record di 7-1. Un dato che ovviamente ha un valore relativo - i giochi si faranno alle Final Eight e poi ai playoff - ma mostra ancora una volta come la prima parte di stagione dei bianconeri sia davvero eccellente. Brescia sulla carta era un cliente difficile, e aveva avuto una settimana intera per preparare la partita, ma alla prova del campo la Segafredo ha condotto dal primo all’ultimo minuto, e non ha mai dato l’impressione di poter perdere, nemmeno quando la Germani nel terzo quarto era rientrata. Il tutto dopo una settimana di doppio turno in Eurolega, senza Cordinier e in piena emergenza lunghi, tanto che Dunston è stato in campo 33’, forse l’unica nota negativa di serata.

Per il resto, solo sorrisi, a partire dalle prestazioni fantastiche di Shengelia e Lundberg, 66 di valutazione in due. Il georgiano sta giocando come potenziale MVP sia in Eurolega che il campionato, il danese è stato eccellente in tutto: difesa, regia e capacità di fare canestro. Tra gli altri, segnali di crescita anche per Cacok, che sta (lentamente) prendendo dimestichezza con il basket europeo e italiano. 

La stagione ovviamente è lunghissima, e tante cose cambieranno. Intanto però la Segafredo - oltre a mettere punti in cascina - si sta cementando come gruppo in un momento di emergenza. E questo, quando la palla inizierà a pesare, potrà fare la differenza.

Oggi "Fossa on the Radio" su MadeinBO TV
Le parole di Shengelia e Lundberg dopo la vittoria con Brescia