Le parole di Achille Polonara alla stampa in occasione della sua visita al liceo Sabin.

Tortona - Sarà una serie tosta. Tortona ha un roster lungo ed esperto, non sarà facile ma non vediamo l'ora di cominciare, prenderemo ogni partita alla morte e giocare in casa in casa per noi sarà importante.

La finale - Non conta contro chi sarà l'eventuale finale, l'importante è arrivarci e vincerla. Ridurre il numero di partite era qualcosa che si sarebbe dovuto fare già da tempo. Il fattore campo è importante ma conta fino a un certo punto se vediamo le due gare 5 di Eurolega di mercoledì. 

La città - La Virtus mi aveva cercato quando ero un ragazzino, poi non se ne fece nulla. Ma questo non ha creato problemi, nonostante l'anno scorso, magari, sia stato vicino al club senza firmare. Sono qua, sono felicissimo di indossare questa maglia. Voglio vincere lo scudetto perché dopo tre finali perse, credo sia il mio turno. La città mi piace, è a misura d'uomo. Adoro la zona dei Giardini Margherita. E qua si mangia davvero bene. Unica nota stonata? I semafori. Sono troppi.

Oggi "Black And White" alle 19 su Nettuno Bologna Uno
De Raffaele, "Loro una grande squadra, ma noi ci proviamo"