Spuntano nomi nuovi, per il mercato Virtus. Uno è quello di Jordan Loyd, seguito dalla società secondo il Corriere di Bologna, e che potrebbe essere l'investimento più cospicuo di questo mercato, viste le alte richieste di un altro giocatore che piace molto, Chris Jones di Valencia, che chiama 1.3 milioni e 300mila di buyout. Loyd è una guardia pura con capacità di creare fuori dai giochi, con lunga esperienza in Eurolega ed è in uscita da Monaco, dove l'anno scorso ha viaggiato a 10.4 punti di media, giocando però solo 20 partite per problemi alla schiena. Con l'arrivo di Andreis Grazulis già certo, altri nomi papabili sono quelli di Rayjon Tucker, Marcus Foster e Tyrique Jones, anche se secondo il Corriere tutto inizierà a muoversi quando sarà chiaro se Shengelia resterà o partirà. Altri nodi da sciolgere sono quelli di Abass e Dobric, reduce da una stagione deludente ma con un altro anno di contratto. Rescindere il contratto comporterebbe la perdita dei benefici fiscali di cui si è goduto quest'anno con il decreto crescita. E a proposito di decreto crescita, non essendo stato rinnovato dal governo, sarà questo il primo mercato estivo senza i suoi benefici, per tutte le società italiane. 

Oggi "Euromario" su Radio Basket Italia
Virtus, in arrivo assemblea dei soci e aumento di capitale