La Virtus si regala uno splendido Natale con una vittoria a Pistoia, dopo una serata di puro dominio. Nonostante la stanchezza del doppio turno e le assenze - Mickey, Pajola e Smith ormai sull’uscio – in campo c’è stata una squadra sola fin dal primo minuto. Aggressività difensiva e ottima prova offensiva, e una partita che poteva essere insidiosa è diventata facile. I bianconeri sono arrivati anche al +29 a inizio terzo quarto, poi hanno comprensibilmente levato le mani dal manubrio, ma hanno comunque gestito senza particolari problemi ogni tentativo di rimonta pistoiese. Ottima prova di tutta la squadra, Cacok a parte, e quattro giocatori in particolare sugli scudi, ovvero i “soliti” veterani HackettBelinelliShengeliaDunston, che hanno combinato per 70 punti sui 91 segnati.

Vista la sconfitta di Brescia a Venezia, la classifica si accorcia e i bianconeri si avvicinano al primo posto, oltre a staccare il biglietto per la Final Eight di Coppa Italia. 

 

La Cronaca

La Virtus parte fortissimo, con Belinelli, Dunston e Hackett sugli scudi. Immediato 9-2, e poi +9 (14-5). Pistoia fa grossa fatica ad attaccare contro una difesa solida, e i bianconeri vanno in doppia cifra di vantaggio, trovando punti con semplicità. I padroni di casa vengono anche doppiati sul 14-28, e al primo stop il punteggio è 16-28, con 10 punti di Dunston.

Nel secondo quarto la Segafredo schiaccia ancora sul gas, e vola a +16 (20-36) con Shengelia e Dobric. La difesa è di altissimo livello, e per l’Estra non c’è mai un canestro facile. Da qui al +20 (22-42) il passo è breve.  La Virtus è in controllo totale, e a metà il punteggio è 28-51 con tre giocatori già in doppia cifra: 15 di Hackett, 12 per Dunston e Shengelia.

Dunston

Dopo la pausa, la Virtus chiude la pratica molto velocemente, arrivando a +29 (28-57). La partita è sostanzialmente finita, anche se Pistoia ovviamente ci prova, e recupera qualcosa, perché i bianconeri staccano un po’ il pedale dal gas: 48-67 al 30’. 

Nell’ultimo quarto Pistoia prova a buttare il cuore oltre l’ostacolo, e arriva a -13 sfruttando anche i falli di Cacok, che si mette fuori partita da solo. Ma la Segafredo risponde colpo su colpo. Lundberg mette una gran tripla, Shengelia il canestro della sicurezza assoluta e la partita torna in discesa. Si arriva alla sirena finale senza più scossoni, e la Virtus vince 70-91, con una breve comparsata in campo anche per Menalo. 

Tabellino

ESTRA PISTOIA - VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 70-91 (16-28, 28-51; 48-67)

Pistoia: Willis 14; Della Rosa 5; Blakes 8; Moore 9; Dembelè NE; Metsla NE; Saccaggi 0; Del Chiaro 2; Stoch NE; Wheatle 11; Hawkins 8; Ogbeide 8. All. Brienza

Bologna: Cordinier 4; Lundberg 7; Belinelli 19; Dobric 8; Mascolo 2; Cacok 0; Shengelia 16; Hackett 17; Menalo 0; Polonara 0; Dunston 18; Abass 0. All. Banchi

Questa sera "Vitamina Effe" su Nettuno Bologna Uno
Fortitudo Flats Service Bologna - Trieste, la cronaca