VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA – BAYERN MONACO 85-83 (22-24, 42-46; 65-69) 

La legge della Segafredo Arena colpisce ancora. Dopo aver sofferto per tutta la partita ed essere stata in svantaggio per 37’ la Virtus gira la partita nell’ultimo quarto e porta a casa anche questa. E' la nona vittoria consecutiva in casa in Eurolega. 

Il Bayern - tornato al completo – è apparso quadratissimo e ha giocato davvero bene, ma ha sempre capitalizzato meno di quel che poteva, perché la Segafredo è stata sempre a contatto, riuscendo nel secondo tempo a reggere a rimbalzo. Nell’ultimo quarto la difesa bianconera è salita decisamente di colpi, e la partita l’hanno girata prima Hackett, poi BelinelliCordinier, infine Lundberg, che ha messo il canestro della staffa, ancora una volta.  Da registrare l’esordio di Zizic, che nell’ultimo quarto è stato decisamente prezioso, quando Dunston aveva quattro falli. Per il resto, un’altra serata trionfale. 

La cronaca

Il primo quarto è equilibrato. La Virtus gioca bene in attacco, con Hackett che trova tre triple su altrettanti tentativi e Shengelia decisamente ispirato sulla “solita” linea di fondo. Edwards però è immarcabile, e gli ospiti tirano benissimo da tre. 22-24 alla prima sirena, con tripla finale di Pajola.

Nel secondo quarto Ibaka e Francisco guidano il Bayern al +6 (27-33), con controllo dei rimbalzi. Lundberg però non ci sta, e con sette punti in fila riporta sopra i suoi, 34-33. L’andamento della partita però non cambia. Il Bayern – soprattutto con gli esterni – fa la partita, la Segafredo insegue. 42-46 a metà, con tripla di Polonara che ricuce una situazione che non si era fatta facile. 16 per Edward, 9 a testa per Hackett e Shengelia, e un pesante 10-20 a rimbalzo.

shengelia

Dopo la pausa la Virtus è aggressiva, e prende cinque rimbalzi offensivi in poco più di due minuti e prova a tornare sotto con Shengelia. Bolmaro ed Edwards però tengono il Bayern avanti, e l’ex Fenerbahce forza il quarto fallo di Dunston. Anche -9, poi le Vu Nere provano a riavvicinarsi lucrando falli e facendo viaggi in lunetta, soprattutto con Belinelli. Francisco è difficile da contenere, ma i bianconeri sono lì: 65-69 al 30’, con canestro finale di Belinelli. 

Nell'ultimo quarto cambia tutto. Zizic segna il primo punto in maglia Segafredo, con un libero dopo rimbalzo offensivo, e regge bene in difesa. Poi si riaccende Hackett, che segna due canestri e subisce un antisportivo da Ibaka. Si arriva al -1 (73-74), ma Obst risponde con una gran tripla. La Virtus però c’è: prima Belinelli, poi Cordinier e arriva il pareggio a quota 79. Ed è ancora il francese, con una gran schiacciata in tap-in, a firmare il primo vantaggio da un’eternità, 81-79. Ora il Bayern fa davvero fatica in attacco, e quando Belinelli – con grande mestiere – subisce fallo a palla lontana Laso si arrabbia e arriva il tecnico: sono 3 liberi, 2 a segno per il +4 (83-79). Booker accorcia, errore di Dunston ma c’è una gran difesa con recupero di Hackett. E il canestro della staffa, ancora una volta, lo mette Iffe Lundberg. 85-81, Bonga mette una canestro carpiato ma non c’è più tempo. Finisce 85-83.

Tabellino

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA – BAYERN MONACO 85-83 (22-24, 42-46; 65-69) 

BOLOGNA: Cordinier 11; Lundberg 9; Belinelli 16; Pajola 8; Mascolo NE; Lomazs NE; Shengelia 18; Hackett 15 ; Polonara 3; Zizic 1; Dunston 4; Abass 0. All. Banchi

MONACO: Weiler-Babb 4; Francisco 12; Edwards 22; Giffey 0; Radoncic 2; Bonga 5; Bolmaro 5; Lucic 0; Obst 12; Ibaka 15; Brankovic 0; Booker 6. All. Laso

 

Oggi "Black And White" alle 19 su Nettuno Bologna Uno
Virtus Segafredo Bologna - Bayern Monaco, le pagelle